Sterilizzare i biberon: tutte le vie possibili

0

Una scrupolosa igiene durante la prima infanzia, quando le difese immunitarie del bebè non sono ancora perfettamente sviluppate, è di grande importanza. In questa piccola guida vi mostreremo come sterilizzare il biberon in modo pratico, sicuro, e anche economico.

Sterilizzatori a vapore, pratici e sicuri

La sterilizzazione del biberon potrà avvenire a caldo o a freddo. Nel primo caso troverete in commercio numerosi apparecchi pensati allo scopo. Il teoria, potrebbe bastare una normale bollitura in un pentolino d’acqua, ma perdereste i vantaggi di un vero sterilizzatore: è più veloce, vi avvisa quando il procedimento è completato, e mantiene all’interno il biberon sterile per lungo tempo. Potete anche orientarvi su appositi contenitori da infilare nel microonde. Basta aggiungere acqua, e il microonde creerà il vapore per la sterilizzazione a caldo. Esistono infine gli apparecchi al quarzo, che lavorano a oltre 200 gradi e assicurano una igienizzazione pressoché istantanea. Ma, a parte il prezzo elevato, non sono molto adatti per un uso domestico, perché vi potreste introdurre solo oggetti capaci di resistere ad altissime temperature.

La sterilizzazione a freddo, efficace anche per gli alimenti

Nel caso di sterilizzazione a freddo, vi dovrete affidare all’immersione del biberon, prolungata per un’ora circa, in una soluzione disinfettante. E’ un metodo efficace, ma più macchinoso, e alla lunga anche più costoso, perché dovrete acquistare il detergente e imparare ad usarlo senza correre rischi, per voi e per il vostro piccolo. Si tratta infatti di agenti piuttosto aggressivi prima della diluizione. In compenso, l’immersione a freddo torna utile se volete sterilizzare frutta e verdura cruda, e certo non potreste farlo con un bagno di vapore ad oltre cento gradi. E’ un sistema comodo anche se vi trovate in viaggio e non avete prese di corrente a disposizione.

Ecco le principali soluzioni offerte dal mercato

Vediamo più da vicino qualche offerta. Il mercato è molto ricco, e troverete certo il miglior sterilizzatore per biberon disponibile. O, almeno, quello più adatto alle vostre esigenze.

Col vaporizzatore Chicco eliminate il 99,9% dei germi

sterilizzatore chiccoLa Chicco propone una vasta gamma di sterilizzatori per biberon che usano il vapore. Al top della gamma troviamo lo SterilNatural 3in1, che elimina il 99,9 dei germi. Come dice la sigla, si tratta di un apparecchio modulare: potrete cioè regolare la grandezza secondo bisogno. Tenuto chiuso, lo sterilizzatore Chicco ha efficacia sul vostro biberon per 24 ore. Il prezzo indicato dal listino ufficiale è di 69,90 euro per gli acquisti online. Se invece preferite la sterilizzazione a freddo, è disponibile per 24,99 euro un apposito kit composto da secchiello, scovolino e pinze.

Tanto spazio guadagnato con lo sterilizzatore Avent

Avent Electric Steam Sterilizer è il modello di punta della Philips, che si fa apprezzare per le sue dimensioni regolabili. Significa avere più spazio a disposizione in cucina. Si può utilizzare persino un mini modulo solo per i succhietti, oppure espandere la capacità fino ad ottenere lo spazio necessario per 6 biberon. Un display digitale vi terrà aggiornati sul grado di sterilizzazione e di temperatura. Lo sterilizzatore Avent include anche un cestino per lavastoviglie, una bottiglia e un succhietto.

Sterilizzazione biberon MAM: un unico apparecchio per caldo e freddo

Lo sterilizzatore della MAM consiste in un pratico contenitore che potrete usare sia per la sterilizzazione al microonde, sia per quella a freddo. Con la sterilizzazione biberon MAM microonde i biberon restano sterilizzati fino a 48 ore se conservati nello sterilizzatore chiuso, il che potrebbe costituire un’utile riserva durante un viaggio. Attenzione alle misure del vostro microonde prima di procedere all’acquisto.

Share.