Gravidanza al mare, ecco i consigli per una vacanza serena

0

L’abbronzatura ci fa belle e una donna in gravidanza al mare con una delicata tintarella è ancora più bella e sensuale. Se la gestazione procede bene e non ci sono controindicazioni da parte del medico, il mare diventa il miglior alleato di bellezza e benessere per la futura mamma.

In spiaggia con il pancione: 8 consigli per la gravidanza al mare

Essere incinta regala ad ogni donna un fascino particolare. Vivere questa condizione in piena estate significa fare il pieno di energia e di aria salutare, per se stessa e per il nascituro. A patto di seguire qualche piccolo accorgimento.

Evitare le ore più calde

Meglio abituarsi fin da ora a questa piacevole routine, perché sarà la stessa da seguire quando il piccolo sarà finalmente venuto al mondo. Le ore migliori in spiaggia sono quelle del mattino, al massimo fino alle 11 e del pomeriggio dopo le 16. Evitare le ore più calde significa scongiurare il  rischio di sentirsi affaticate, colpi di calore, svenimenti e abbassamenti della pressione sanguigna.

Crema solare di media protezione

Questo tipo di crema è indispensabile per chiunque si rechi al mare per godere dei benefici del sole, in particolar modo è consigliato alle donne in gravidanza. Questo non solo per scongiurare le scottature bensì per evitare la comparsa delle tipiche macchie scure da gravidanza (il cosiddetto cloasma). Quindi è bene scegliere una protezione con fattore 30 al minimo.

Stare all’ombra per ossigenare la placenta

Forse non  tutte lo sanno, ma stare in riva al mare ben riparate all’ombra, favorisce l’ossigenazione della placenta. Un vero toccasana per il bebè, non c’è dubbio.

Mangiare fresco e sano

L’ideale in estate, quando fa caldo, e in particolar modo in spiaggia, è mantenere alto il livello di idratazione, anche attraverso l’alimentazione. Ecco allora che è utile preparare spuntini a base di frutta e verdura e al massimo concedersi qualcosa di fresco come un gelato. Un piccolo trucco: se il caldo è davvero eccessivo, può aiutare mangiare qualcosa di leggermente piccante, perché aiuta la termoregolazione.

>>LEGGI ANCHE: Neonati: consigli per lettino e culla in sicurezza<<

Bere acqua naturale

L’idratazione corporea si mantiene bevendo almeno due litri di acqua al giorno ma c’è di più: è l’unico modo per favorire anche il mantenimento della giusta quantità di liquido amniotico. Quindi in estate è bene bere acqua naturale, evitando bibite zuccherate e gassate (e abolendo l’alcol).

Mai stare troppo ferme

Vietato al mare stare ferme e immobili sul lettino! Anzi, l’occasione è propizia per passeggiare sul bagnasciuga e camminare in acqua, proprio per aiutare le gambe a sgonfiarsi e a favorire la circolazione.

Costume intero è meglio

Per il semplice fatto che offre una maggiore protezione al pancione. In realtà però il sole e la luce naturale fanno bene al nascituro, quindi si può indossare anche il bikini, senza alcun problema purché adeguatamente protette.

Telo da mare, sempre

Essere incinta non significa essere malate ma le accortezze sono necessarie perché anche una banalità può diventare problematica da curare, a causa dell’utilizzo dei medicinali. Per evitare infezioni o funghi sulla pelle dunque, è bene non sedersi mai sulla sabbia e utilizzare un telo da mare personale da poggiare su sdraio e lettini.

Share.

Prodotti: gravidanza