Parto gemellare, tutto quello che c’è da sapere

0

Desideri un bambino da tanto, finalmente arriva il tanto atteso test di gravidanza positivo, e poi ecco la sorpresa: i bimbi sono due! Essere genitori di due gemelli non è sicuramente facile, ma è un’esperienza magnifica. Le paure su come gestire questo tipo di situazione iniziano dal parto: naturale o cesareo? Come viene gestito? Può creare problemi di salute? Leggendo qui scoprirai tutto quello che c’è da sapere in merito!

Parto gemellare: tutti i consigli

Parto gemellare naturale o cesareo?

Il parto gemellare naturale non è il più diffuso, in quanto richiede una serie di condizioni che non sempre si verificano. Entrambi i bimbi devono essere in posizione naturale per il parto, dunque con la testa rivolta verso il basso; può esserci un parto naturale anche quando uno solo dei bimbi si trova in questa posizione: sarà lui a nascere per primo, aprendo la strada all’altro. Ci dovrà essere anche una predisposizione fisica, ovvero la madre deve avere il bacino abbastanza ampio, e ci dovrà essere una costante collaborazione con le spinte.

Parto gemellare, tutto quello che c'è da sapereQuando queste situazioni non si verificano, si può procedere con il cesareo, il tipo di parto più diffuso in caso di gravidanza gemellare. Si procede al cesareo quando entrambi i bimbi sono in posizione podalica (con i piedi rivolti verso il basso), quando c’è una grande differenza di peso tra i gemelli, o ancora quando le condizioni di salute della madre o dei bimbi non sono perfette per portare avanti un parto naturale. Per esempio, se i bimbi condividono le borse amniotiche, c’è una maggiore probabilità di attorcigliamento del cordone ombelicale, quindi è meglio procedere con il cesareo.

Qualche consiglio per il parto gemellare

Instaurare un rapporto di fiducia con il proprio ginecologo è fondamentale per arrivare al momento del parto con serenità e sicurezza. Il medico può fornire preziosi consigli su come portare avanti la gravidanza, sugli eventuali rischi e sulla loro prevenzione. Bisogna sapere che le gravidanze gemellari hanno una durata inferiore rispetto a quelle normali, poiché la placenta tende ad invecchiare più velocemente.

La durata di queste gravidanze è generalmente di 37 settimane, e non supera quasi mai la 38esima settimana, poiché entro questo termine si induce il parto, oppure si procede con il cesareo. Per questo motivo i gemelli alla nascita sono generalmente più piccoli rispetto ai “figli unici”. Tra la nascita del primo e del secondo bambino passano generalmente pochi secondi.

Quali sono i tuoi dubbi sul parto gemellare?

Share.