Imparare a camminare passo dopo passo

0

La maggior parte dei bambini mette i primi passi tra i 9 e i 12 mesi e cammina abbastanza bene tra i 14 o 15 mesi. Non preoccuparti se il tuo bambino ha bisogno di più tempo! Alcuni bambini perfettamente in salute non camminano fino a quando non raggiungono 16/17 mesi di età; infatti, durante il suo primo anno, il bambino è impegnato a sviluppare il coordinamento e la forza muscolare in ogni parte del suo corpo. Apprenderà il sedersi , il rotolarsi e lo strisciare prima di andare avanti e imparare a camminare. Vediamo insieme in questo articolo le varie fasi per imparare a camminare passo dopo passo.

cammonare a carponi 2Imparare a camminare passo dopo passo: camminare a carponi

Alcuni bambini a volte sviluppano le proprie tecniche, come per esempio, strisciare sul pavimento come una lumaca. Non preoccuparti, però, tutte queste strane tecniche sembrano finire in un unica direzione: quella del camminare.

I piccoli hanno bisogno di sostegno, specialmente all’inizio, quando l’equilibrio è scarso. Non hanno ancora sviluppato il senso del pericolo e potrebbero cadere o raggiungere velocità incontrollabili.

Un passo dopo l’altro

Sedersi, strisciare, camminare a carponi e tirarsi su : questo è il percorso che la maggior parte dei bambini avrà prima di poter camminare senza problemi. Alla fine del settimo mese molti neonati sono in grado già di mettersi in piedi.
Tra l’ottavo e il decimo mese, il bambino diventa più sicuro quando si siede e comincia sempre più a muoversi scivolando e strisciando; mentre,  alla fine dell’undicesimo mese, il bambino cammina a carponi in ogni spazio, diventando un esploratore e espandendo il suo raggio d’azione sempre di più.

Ambiente infantile

Attenzione: non appena i piccoli iniziano a strisciare e si muovono da soli, non dovrebbero mai essere lasciati incustoditi. Inoltre, è giunto anche il momento di eliminare eventuali pericoli presenti in casa.
Effettivamente, bisognerà iniziare a guardare dalla prospettiva del bimbo, che può essere potenzialmente pericolosa: tovaglie sospese, spigoli, cavi, stufe, prese non protette e così via, devono essere fuori dalla portata dei bambini. Le scale, in particolare, richiedono un’attenzione specifica, come un cancelletto speciale all’inizio e alla fine delle rampe.

Inoltre, non dimenticare che se il bimbo tende a camminare su piani freddi o scivolosi, di fargli indossare un paio di calzini con rivestimento antiscivolo, una buona alternativa ai piedi nudi. I piccoli escursionisti non hanno bisogno delle loro prime scarpe finché non corrono fuori o escono per piccoli viaggi. E tu, lo sapevi già?

babylife.it

Share.